Maschera Rassegna Teatro Ragazzi 2017

6 Maggio, 2017


Opera realizzata dalla giovane artista Lia Ronchi.

BIO LIA RONCHI
Lia Ronchi nasce nel 1988 a Vimercate. Risiede a Bellusco. Dopo la maturità artistica presso il liceo artistico Preziosissimo Sangue di Monza, continua i suoi studi presso l’Accademia G. Carrara di Bergamo ottenendo un diploma di I livello in pittura e arti visive.
Comincia la sua esperienza lavorativa presso la galleria Viamoronisedici/spazioarte di Bergamo, il centro di documentazione artistica Careof di Milano e l’agenzia di foto-giornalismo Fotogramma di Milano.
Attualmente è iscritta al secondo anno del Biennio Specialistico di Fotografia di Brera a Milano.

Per l’edizione 2017 di Un Palcoscenico per i ragazzi ho deciso di realizzare un progetto grafico specifico unendo ad una comunicazione semplice ed efficace un’interpretazione visiva più sofisticata ed artistica.
La scritta “Teatro”, focus preminente dell’immagine, determina la formalizzazione della pianta di un palcoscenico, indirizzando la lettura dell’immagine in modalità zenitale; proprio come se fosse la planimetria di un teatro.
Il semplice utilizzo del punto diventa indispensabile per dedurre che il teatro non è vuoto ma è riempito dalla presenza di varie persone: attori, pubblico,registi e tecnici.
Utilizzando nello specifico il linguaggio teorico e tecnico della fotografia analogica, ho trovato significativo e pertinente compararlo ad un aspetto fondamentale del teatro: attraverso l’utilizzo della luce si crea un processo di rivelazione e ogni ragazzo e ragazza diventano così attori e protagonisti attivi.
Questo processo si rispecchia pienamente nella fotografia analogica e nello specifico nella camera oscura, dove attraverso l’utilizzo della luce, l’immagine prende forma e si rileva.
Il nero diventa la traccia del passaggio della luce in fotografia e contemporaneamente ogni pallino
nero rappresenta ogni attore, illuminato dai riflettori e pronto a salire sul palcoscenico del teatro.

Categoria: ,

Questo articolo è stato scritto da palcoragazzi